Giardinaggio

Come innaffiare l'orchidea

Pin
Send
Share
Send
Send


L'orchidea è una pianta molto bella. In natura cresce su pietre e alberi, e in casa cresce in un substrato di muschio, corteccia d'albero triturata. Poiché la cultura è abbastanza delicata e il terreno è necessario perché è insolito, i giovani giardinieri spesso si chiedono come innaffiare l'orchidea a casa. Questo articolo descrive la metodologia e le caratteristiche di questa procedura.

Come innaffiare l'orchidea

Prima di decidere sulla frequenza dell'annaffiatura, metodo, è necessario familiarizzare con le caratteristiche delle orchidee d'innaffiatura.

  • Le orchidee d'innaffiatura a casa sono effettuate solo dopo che il substrato si asciuga in una pentola.
  • Temperatura, umidità, dimensione del raccolto, vaso, illuminazione: questi fattori influenzano direttamente la quantità e la frequenza di irrigazione della pianta.
  • L'acqua per l'irrigazione dovrebbe idealmente essere l'acqua piovana. Ma se non è possibile raccoglierlo, puoi semplicemente prendere un'acqua calda e morbida. L'acqua del rubinetto deve essere regolata per 2 giorni prima dell'uso. Per accelerare il processo, puoi passarlo attraverso il filtro.

    Durante l'irrigazione, la temperatura dell'acqua non deve essere inferiore a +35 ° C

  • Se l'acqua è dura, puoi ammorbidirla con una torba semplice. Viene messo in una borsa e immerso in acqua per 2-3 ore. Dopo il tempo, devi prendere un sacco di torba e usare l'acqua per lo scopo previsto.
  • L'acqua distillata per l'irrigazione non è adatta, perché non contiene sali nutritivi, che sono così necessari per la pianta. Prima dell'uso, tale acqua deve essere miscelata con soluzione.
  • La temperatura dell'acqua non deve essere inferiore a +35 ° C.
Importante! Se aggiungi regolarmente troppa acqua al substrato, le radici non saranno in grado di ottenere abbastanza ossigeno e inizieranno a marcire, moriranno!
  • Se il fiore è sul davanzale soleggiato (lato sud), o su una loggia, dove i raggi del sole possono cadere su di esso, l'irrigazione viene effettuata al mattino, alla sera. Se il fiore è oscurato dal sole, l'irrigazione può essere effettuata in qualsiasi momento della giornata.
  • L'acqua viene versata delicatamente nella pentola in modo che non regga sulle assi delle foglie, altrimenti inizierà il processo di decomposizione.

Come capire che è ora di innaffiare l'orchidea

Leggi anche questi articoli.
  • Grano primaverile
  • Shire Horse
  • Allevare le quaglie come un business
  • Varietà di lamponi "Ricompensa"

Molti coltivatori si chiedono quanto spesso annaffiare le orchidee? In linea di principio, a una temperatura normale, quando non è né freddo né caldo, l'irrigazione viene effettuata una volta alla settimana. Se la stanza è fresca, l'intervallo di irrigazione viene aumentato a 10 giorni. Irrigazione più frequente è necessaria durante la fioritura e nella calda estate.

Per capire che l'orchidea ha bisogno di acqua, puoi usare uno stuzzicadenti

Importante! Se si innaffia impropriamente l'orchidea a casa, allora può smettere di fiorire o addirittura morire. Vale la pena ricordare una regola d'oro: è meglio saltare l'annaffiatura di un'orchidea piuttosto che annaffiarla troppo spesso, perché l'abbondanza di umidità è molto peggiore della mancanza d'acqua.

Per capire che l'orchidea ha bisogno di acqua è molto semplice. Per fare questo, inserire delicatamente uno stuzzicadenti di legno nel substrato e rimuoverlo dopo alcuni secondi. Se rimane asciutto, è necessario annaffiare, ma se il bastoncino è bagnato, il fiore non può essere annaffiato. È necessario utilizzare la bacchetta per controllare l'umidità del substrato con molta attenzione in modo da non danneggiare le radici dell'orchidea!

Metodi di annaffiare le orchidee a casa

Come innaffiare l'orchidea giusto? Esistono quattro metodi per eseguire questa procedura.

  • L'irrigazione superiore viene effettuata utilizzando un semplice annaffiatoio. L'acqua viene versata nella pentola lungo il bordo interno della pentola. Non appena raggiunge il pallet, l'acqua smette di colare. È possibile non versare il liquido dal pallet che si accumula lì, sarà assorbito dal substrato se necessario.
  • Metodo di immersione La pentola viene posta nel bacino con acqua per 15-20 minuti. Il substrato durante questo periodo è saturo di acqua. Quindi estrai la pentola e mettila nella sua posizione originale. Questo metodo di irrigazione si adatta a qualsiasi orchidea. È spesso usato per innaffiare l'orchidea Phalaenopsis. Il metodo è molto semplice e non richiede conoscenze e abilità speciali.
  • Di solito è innaffiato nella padella per fiorire le orchidee, o se sono già in fiore. Per fare questo, l'acqua viene versata nella padella (è possibile aggiungere del fertilizzante). Viene inserito un fiore e il substrato verrà assorbito secondo necessità. L'unico inconveniente di questo metodo è che è necessario lavare costantemente il pallet, perché viene rapidamente imbrattato.

    Una doccia calda è un metodo per una pianta simile alla pioggia tropicale.

  • Doccia calda Questo metodo per una pianta è simile a una pioggia tropicale. Permette non solo di nutrire le radici della pianta, ma anche di pulire le foglie dalla polvere. La pianta viene trasportata nella vasca da bagno, in un annaffiatoio con un soffione, viene versata acqua tiepida e difendibile e inizia a essere versata sulla pianta. Dopo la procedura, la coltura viene lasciata per 1-2 ore in bagno, in modo che l'acqua delle foglie sia di vetro, e l'umidità in eccesso dalla pentola verrà anche drenata. Dopo di ciò, puoi mettere la pianta in posizione. In estate, l'irrigazione si raccomanda di fare 2-3 volte al mese, e nella stagione fredda, una volta al mese.
Interessante! Per rendere più facile determinare quando è necessario innaffiare la pianta, è consigliabile utilizzare vasi trasparenti per far crescere le orchidee.

Ognuno di questi metodi può essere utilizzato sia in inverno che in estate, l'importante è che l'acqua soddisfi i requisiti della pianta.

Spruzzo di orchidee

Raccomandiamo di leggere i nostri altri articoli.
  • Descrizione varietà di cetriolo Adam F1
  • Pacciamatura alla fragola
  • Le migliori varietà di uva spina
  • Premi di maiale

Spruzzare per orchidee è utile se non viene eseguito spesso. Durante la spruzzatura, lo spray viene indirizzato alla pianta ad una distanza di 20-25 cm. Per la procedura, separata o bollita, viene utilizzata acqua calda. Certamente, in acqua bollita non ci sono praticamente sostanze utili, che è importante considerare.

Importante! L'irrorazione può portare a ustioni sulle foglie, se la pianta è in piedi sotto il sole! E in inverno questa procedura provoca lo sviluppo di malattie.

Spruzzare è utile per le orchidee se non è spesso fatto.

Lo spray viene effettuato solo durante il periodo caldo dell'anno, circa una volta al giorno o un po 'meno. Effettuare la procedura al mattino presto. È auspicabile che l'acqua nebulizzata spruzzi in piccole gocce, piuttosto che grandi. La maggior parte delle orchidee tollerano bene questa procedura, ma per la specie Miltonia, la spruzzatura non viene mai eseguita, perché la pianta non lo tollera.

Come innaffiare un'orchidea dopo l'acquisto

Dopo l'acquisto di orchidee non di solito innaffia per un po '. Una pentola con un fiore viene portata in casa, installata in un luogo permanente e devi solo lasciarla aggiustare. In questo momento, l'irrigazione non viene eseguita. Per il periodo in cui l'orchidea si adatta alle nuove condizioni, il substrato si asciugherà bene e il rischio di sovrastampa della terra scomparirà. Successivamente, è possibile irrigare con acqua pulita e condurre irrigazioni successive con una frequenza normale - una volta alla settimana.

È importante! Per evitare che l'acqua ristagni nella pentola, è necessario creare un buon strato di drenaggio al suo interno a 4-5 cm

Quante volte innaffiare la pianta dopo il trapianto

Dopo il trapianto, l'orchidea è abbondantemente annaffiata

Il trapianto di orchidee viene effettuato dopo l'acquisizione della coltura o quando la pianta viene risvegliata dal letargo. Questa pianta non ama i grandi vasi, perché le radici si sviluppano male in essi. Quindi è necessario prendere il piatto piccolo, preferibilmente trasparente, in modo da poter seguire lo sviluppo del sistema di root.

Come innaffiare l'orchidea dopo il trapianto? Dopo la procedura, l'orchidea viene annaffiata abbondantemente in modo che il substrato assorba l'acqua. Quindi è necessario mettere la pentola per 20 minuti in una ciotola con acqua tiepida e metterla in un luogo buio. Quando il tempo specificato passa, il fiore viene estratto, messo in una padella e determinato in un luogo permanente.

La pianta trapiantata, che è così abbondantemente satura di acqua, non viene annaffiata per le prossime 2 settimane. L'acqua può solo nuocere, perché la cultura deve abituarsi a un nuovo vaso, passare attraverso un periodo di adattamento. Dopo 2 settimane, la pianta si riprenderà e crescerà, quindi inizierà ad essere annaffiata secondo lo schema standard.

Come innaffiare l'orchidea con l'acido d'ambra

L'acido succinico è uno stimolante della crescita biologica.

L'acido succinico è uno stimolante della crescita biologica. L'acido succinico innaffiante per orchidee è raccomandato durante il periodo di adattamento della pianta (dopo l'acquisto, il trapianto) o se è doloroso, in modo che possa recuperare più velocemente. L'acido succinico è utile per stimolare la crescita delle piante, la formazione di nuove radici, foglie. Inoltre, questa sostanza può salvare una pianta morente, rianimarla.

Quindi, come fare una soluzione a casa? Per fare questo, mescolare 1 compressa del farmaco con un litro di acqua calda. Tuttavia, poiché il tablet si dissolve in modo insufficiente, è meglio prima schiacciarlo e poi scioglierlo in acqua.

Importante: durante il periodo di riposo (in inverno), non c'è irrigazione con acido succinico.

Puoi usare la soluzione in diversi modi: pulisci le foglie con essa, spruzza la pianta, innaffia la cultura da un annaffiatoio o immergi le radici in una padella con questa composizione.

Quando l'irrigazione è ridotta

Orchid Phalaenopsis, ad esempio, costretto a fiorire in inverno da una forte riduzione delle annaffiature

L'irrigazione ridotta è necessaria per quei tipi di orchidee che hanno bisogno di un periodo di riposo (oncidium, dendrobium, cattley). Per loro, l'irrigazione inizia a ridursi da ottobre. Da dicembre, questa procedura viene eseguita non più di 1 volta al mese. Ma da marzo, l'irrigazione viene ripreso con la stessa frequenza.

È importante! Comprendere che la pianta è in un periodo di riposo non è difficile. L'orchidea che cresce attivamente ha radici verdi e sature d'acqua. Se la pianta va in letargo, le sue radici aeree diventano bianche, coperte di velamen.

Per far fiorire le orchidee a casa, l'irrigazione è generalmente ridotta. L'orchidea Phalaenopsis, ad esempio, è costretta a fiorire in inverno con una forte riduzione dell'irrigazione (ogni 15 giorni). Per fare questo, devi anche riorganizzare il fiore in un luogo buio con una temperatura massima di + 16 ° C. In questo caso, il fiore inizia a fiorire e dà i boccioli fino all'estate.

Come innaffiare un'orchidea fiorita

Per provocare la fioritura, l'irrigazione è generalmente ridotta. Ma non appena la pianta ha rilasciato il peduncolo, è necessario iniziare ad annaffiare più spesso. Quindi, quante volte alla settimana hai bisogno di innaffiare una pianta in fiore? Di solito questo viene fatto ogni 3-4 giorni, mentre la quantità di acqua è ridotta. È necessario controllare costantemente il substrato in modo che non ci sia molta acqua!

L'orchidea in fiore a casa viene irrigata al mattino, in modo che entro un giorno l'acqua si impregni nelle radici o almeno raggiunga una temperatura normale per il fiore. Gli esperti raccomandano in questo momento di condurre l'irrigazione con una doccia calda. Si ritiene che questo stimoli la forza della pianta e la fioritura sia prolungata.

Pin
Send
Share
Send
Send